SarIBS - Sardinia Internet Book Store
Italiano English
Euro GB Pound US Dollar
Carrello Carrello
0 articoli
0,00 €

Mi chiamo Sergio Citti, racconto storie


13,00 € Mi chiamo Sergio Citti, racconto storie
Codice ID 978-88-87088-85-4
Autore/i Virgilio Fantuzzi
et al.
A cura di Alessandro - Naitza Macis
Editore Cuec Editrice
Edizione 1999
Pagine 192 (illustrato)
Formato 15 x 21 cm
Rilegatura Brossura e cucitura filo refe
Collana L´alambicco / cinema
Genere Musica e spettacolo
Supporto Cartaceo
Lingua di pubblicazione Italiano

L'opera

Questo volume è parte integrante della rassegna ´Sergio Citti, il cinema tra mito e realtà´ che si è svolta a Cagliari a cavallo dei mesi di ottobre e novembre ‘99. [...] Perché una rassegna e un libro su Sergio Citti? Per mettere un punto fermo, prima di tutto: ricordare al distratto cinema italiano che il regista romano ha una statura d´autore, una sua autonomia creativa e un marchio d´originalità mentre pigramente si tende a ingabbiarlo fra gli epigoni di Pasolini. Probabilmente è stata mal sopportata l´anarchia di Citti, l´intrusione di un proletario, anzi di un borgataro, nel mondo della cultura borghese, di un artista libero nel raccontare storie aggrappate ad un codice genetico - quello del meridione e della periferia - cancellato dall´omologazione. C´era insomma da sostenere un risarcimento pronto cassa nei confronti di Citti, poco frequentato dalla bibliografia (solo un libretto e una sceneggiatura pubblicati) nonostante una carriera quasi trentennale da regista - più gli anni della gavetta e delle collaborazioni - che ha attraversato con coerenza crisi e sfaceli del cinema tricolore. Questi argomenti sono tutti nella prima parte del libro, dove Virgilio Fantuzzi ripercorre, tra analisi e ricordi, la vicenda umana e artistica di Citti, Emiliano Morreale ne rivendica la caratteristica di un cinema orale scomodo, concetto ribadito da Goffredo Fofi che lo definisce contastorie, mentre Antonio Pascale punta sulle periferie e sul degrado urbano che i film ci fanno scoprire; e, infine, David Grieco ricorrendo ad aneddoti e curiosità pescati nella loro lunga amicizia ci avvicina all´uomo Citti. La seconda parte è una rapida intrusione nella bottega dell´artigiano: soggetti e sceneggiature, alcuni inediti, di Sergio Citti. Per capire dove pulsa il suo cinema: ovvero la forza del racconto, di una storia semplice, profonda, umana che sappia conquistare. Ecco perché, dovendo scegliere un titolo per il libro, è venuto spontaneo parafrasare una celebre battuta di John Ford, altro popolare affabulatore: ´Mi chiamo Sergio Citti, racconto storie´.

Mi chiamo Sergio Citti, racconto storie

13,00 €

Disponibilità immediata  Disponibile (In commercio)

*
(solo per utenti registrati)