SarIBS - Sardinia Internet Book Store
Italiano English
Euro GB Pound US Dollar
Carrello Carrello
0 articoli
0,00 €

Il condaghe e i possedimenti del priorato di Santa Maria di Bonarcado

Ipotesi di confinazione con l´ausilio della cartografia catastale d´impianto

50,00 € Il condaghe e i possedimenti del priorato di Santa Maria di Bonarcado
Codice ID 978-88-3309-066-5
Autore/i Raimondo Pinna
Editore NOR
Edizione 2019
Pagine 272 (illustrato)
Formato 25 x 35 cm
Rilegatura Copertina rigida e cucitura filo refe
Collana Thesis
Genere Storia, biografie e araldica, archeologia e preistoria
Supporto Cartaceo
Lingua di pubblicazione Italiano

L'opera

L´assunto alla base di questo lavoro è che la sola lettura delle fonti documentarie edite rende inattendibile la loro interpretazione finché resta disancorata dal territorio cui si riferiscono. Quantificare l´estensione territoriale dei possedimenti degli ordini monastici nel medioevo giudicale in Sardegna è stato fino a oggi ritenuto difficile per la non corretta idea dell´assenza di catasti che consentano la legittimazione del dato proposto. È infatti fondamentale la distinzione tra interesse verso la rappresentazione cartografica del territorio dell´autorità statale contemporanea, dettata da fini fiscali, e interesse verso la conoscenza della proprietà del territorio da parte delle entità politiche di antico regime. Il metodo descrittivo medievale era perfettamente funzionale al bisogno di chi ne faceva ricorso, in quanto la toponomastica confinaria era redatta con parole apprese e/o coniate dai ferrei conoscitori dei luoghi. Gli eventuali arbitri di controversie territoriali si rivolgevano sempre a queste persone per avere risposte certe sull´effettiva posizione sul terreno dei confini delle proprietà.

Il condaghe e i possedimenti del priorato di Santa Maria di Bonarcado

50,00 €

Disponibilità immediata  Disponibile (Disponibilità limitata)

*
(solo per utenti registrati)